sabato 26 gennaio 2008

LA "SALAMANDRA MARTELLO" APPARSA SUL MENSILE "AREA 51" E' UN PROBABILE FALSO


ESCLUSIVA NAZIONALE


Sull'ultimo numero del mensile "Area 51, numero 28, Gennaio 2008", diretto dagli ottimi Maurizio Baiata e Pino Morelli, troviamo a pagina 68 l'interessante rubrica "Uno zoo di misteri", a cura di Alberto Forgione. Tra le foto che mostrano animali strani e che sembrano usciti da qualche film di fantascienza, troviamo quella della cosidetta "Salamandra martello", vi si legge: "Alcuni ritengono trattarsi della fotografia di una Salamandra "Hammerhead", testa a martello. E voi cosa ne pensate?". Pensiamo che si tratti, con ottime probabilità, di un falso apparso su diversi siti pseudoscientici di criptozoologia. Infatti l'animale in foto è il cosidetto "Diplocaulus", animale anfibio estinto da circa 270 milioni di anni (Periodo Permiano, Era Paleozoica). Visse nel Nord America (prevalentemente Texas). Aveva una testa che ricordava un "boomerang" e i paleontologi hanno supposto che servisse come "timone" mentre nuotava tra le correnti d'acqua, di fiumi, laghi e acquitrini. Si potrebbe anche dire che sia sopravvissuto alle lunghissimi ere geologiche, come è successo con il "Celacanto" o il "Tuatara", tanto per citarne qualcuno. Ma di questi esemplari citati poi si sono trovati altri esemplari viventi. Per di più qui si tratta solo di una foto, a quanto pare non esistono filmati, nessuno scienziato a pubblicato ciò, quindi si può ragionevolmente supporre che si tratti di un "hoax" (falso), magari "modificata" con il "Photoshop".
Antonio De Comite
Coordinatore CUT (Centro Ufologico Taranto)

1 commento:

Eugenio ha detto...

Uhm... a quello che ne so, avendo già visto l'immagine, beh... non è un lavoro di photoshop ma un lavoro modellistico. Purtroppo non riesco più a trovare il link, ma so per certo che si tratta dell'immagine scattata da un modellista giapponese per un concorso dedicato alla riproduzione di animali estinti.