sabato 29 settembre 2007

BRASILE: LA CAVERNA DEI "PICCOLI PIEDI SPAZIALI"




Il Brasile è una delle nazioni mondiali in cui gli UFO sono di casa. Numerosi avvistamenti di "Unidentified Flying Object" e possibili entità associate, segnalate assieme a questi mezzi volanti. Casi eclatanti, che dal 1945, si susseguono a ritmo notevole. Dai casi atroci, come esseri umani la cui pelle si è "staccata" a contatto con gli UFO, "Cattle e Human Mutilations" e apparizioni dei cosiddetti "Chupa Chupa" (Luci Vampiro), per finire poi ai casi dove in cui gli extraterrestri sono stati rapiti dall'Esercito Brasiliano (Varghinia) il passo è breve. Ma è semisconosciuto il caso della caverna dei "Piccoli Piedi". La caverna è situata nel Parco Nazionale delle "Montagne Blu" ed è molto difficile accedere senza che si ottenga un permesso "speciale" dal Governo. Ma alcune foto sono state scattate e sono molto sconvolgenti. Le leggende delle tribù locali di Bororos e Savantes (Mato Grosso) affermano che esseri extraterrestri, dalle dimensioni piccole (1 metro e 20 centimetri di altezza) sono giunti secoli fa in queste zone. Avevano una testa sproporzionatamente grande rispetto al resto del corpo. Sempre secondo le tribù locali, alcuni avevano tre dita per mano e per piedi, altri quattro e altri ancora sei dita per mano e per piede. Millenni fa sono vissuti in queste caverne e sarebbero venuti da un mezzo di fuoco sceso dal cielo. Gli indiani locali affermano che non erano ostili, sono giunti sulla Terra per insegnare un certo tipo di Scienza agli indigeni e poi sono tornati al Cielo. Solo leggende? Sicuramente no, visto che le testimonianze sono univoche e ci sono prove tangibili come raffigurazioni di piedi "strani" nella caverna oppure di esseri volanti mummificati, che ricordano in maniera inquietante il "Chupacabras" (terza foto a partire da sopra). La prova che non è soltanto leggenda ci viene dalle dichiarazioni dal portavoce del Ministero Brasiliano dell'Ambiente, Elder Antunes, il quale afferma che "non si tratta solo di miti, visto che tutte queste voci vengono confermate dai risultati scoperti". Quindi il Brasile ha ottenuto la prova scientifica che nel lontano passato il Paese è stato visitato dagli Extraterrestri, i quali hanno impartito conoscenza ai nativi locali? Sembrebbe di si, ma non è un caso isolato, visto che altre popolazioni primitive hanno ricevuto ciò, un esempio su tutte quella dei Dogon, della Repubblica Africana del Mali. Non siamo soli nel Cosmo e siamo in compagnia di questi "Altri" da molto, moltissimo tempo. Probabilmente dall'origine del Tutto.
Antonio De Comite
Coordinatore CUT (Centro Ufologico Taranto)


1 commento:

Lighthousely ha detto...

La creatura in foto sembra una delle famose opere dell'artista Juan Cabana, che spesso e malvolentieri vengono scambiate per creature fantastiche! Per caso è un suo lavoro?

http://www.thefeejeemermaid.com/